AIMAG: al Referendum di Carpi il 10 settembre Rifondazione Comunista vota Sì

7 settembre 2017 by

AIMAG: al Referendum di Carpi il 10 settembre Rifondazione Comunista vota Sì

Rifondazione Comunista invita tutti i cittadini di Carpi a votare Sì al referendum di domenica 10 settembre, per impedire al Comune di vendere le azioni di AIMAG e per impegnare l’amministrazione comunale ad adoperarsi contro i tentativi di fusione di AIMAG con HERA.

“Siamo di fronte all’ennesimo tentativo di privatizzazione dell’acqua pubblica e dei servizi pubblici dei 21 Comuni soci di AIMAG, tanto più vergognoso perché viene dopo la vittoria schiacciante al referendum nazionale del 2011, quando 26 milioni di italiani hanno votato per mantenere in mani pubbliche il controllo dei beni comuni, a partire dall’acqua”, dice Judith Pinnock, Segretaria della Federazione Provinciale di Rifondazione Comunista di Modena.

Votare Sì vuol dire chiedere al Sindaco di non vendere AIMAG, di non fonderla con altre aziende e di valorizzarla in quanto società pubblica al servizio esclusivo della collettività. “Carpi è di gran lunga la città più grande tra le 21 che partecipano alla proprietà di AIMAG: una vittoria del Sì e una grande partecipazione da parte dei cittadini nel referendum di domenica sarebbero decisive per impedire qualsiasi ipotesi di saccheggio dei beni pubblici da parte di amministratori incapaci”, dice Pinnock.

Non a caso, il segretario del Partito Democratico di Carpi, Marco Reggiani, ha detto che non parteciperà al voto. “Il Pd si nasconde dietro a un dito: sta cercando di far passare sotto silenzio il referendum perché teme la partecipazione popolare, e le dichiarazioni nervose e balbettanti di questi giorni – conclude – sono segno che hanno già capito che gli arriverà una bella batosta”.

21032859_2003402193272433_6885393990592570108_n

 

Share Button