Palatipico: 10 domande per 100 giorni

21 Gennaio 2015 by

Palatipico: 10 domande per 100 giorni

10 domande per i prossimi 100 giorni  è un’niziativa comune promossa da Rifondazione Comunista, Lista civica Per me Modena, Movimento 5 Stelle e L’Altra Emilia Romagna con cui si interroga il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli sulla promozione della città e sull’utilizzo della palazzina Vigarani come sede del Villaggio del Gusto in occasione dell’EXPO, sfrattando la storica Galleria Civica.

Rifondazione Comunista ha aderito alla petizione I musei non si toccano e vi invita a firmarla

Sullo stesso tema la Befana comunista di Modena ha portato il carbone al sindaco Muzzarelli, leggi l’articolo.

10 DOMANDE PER 100 GIORNI

1) Conosce il sindaco Muzzarelli i rischi e le ricadute negative connessi a spostamenti di mostre d’arte già programmate sulla base di precise garanzie fornite ai prestatori in merito all’ idoneità e adeguatezza delle sedi espositive, alla sicurezza e vigilanza sulle opere, alla loro vaorizzazione e corretta esposizione?

2) Sa il Sindaco Muzzarelli che la sua decisione di utilizzare la Palazzina dei Giardini come sede del Villaggio del Gusto renderà probabilmente irrealizzabile la mostra programmata proprio in vista dell’EXPO, e annunciata dalla stessa Amministazione, “Eat Art in transformation” di Daniel Spoerri, l’artista conosciuto a livello internazionale che dagli anni ’60 esplora il rapporto tra cibo e arte in forme originalissime e profonde?

3) Mancano 100 giorni all’inaugurazione dell’EXPO. Quando pensa il Sindaco Muzzarelli di illustrare nel dettaglio il progetto del Comune di Modena per questo avvenimento? In particolare, in quali eventi, attività, iniziative il Comune di Modena avrà diretta responsabilità organizzativa e gestionale?

4) Quali strumenti comunicativi il Sindaco Muzzarelli ritiene di utilizzare al fine di informare i cittadini delle iniziative relative all’EXPO e soprattutto intercettare i flussi turistici di cui tanto si parla ma che certamente non arriveranno “spontanemente” a Modena? Il Sindaco ritiene che il sito www.visit.modena sia lo strumento adatto per una operazione di marketing commisurata, per efficiacia, all’occasione dell’EXPO?

5) Quali rapporti istituzionali ed economici intercorrono fra il Comune e la società Palatipico? In particolare, come saranno suddivisi costi e ricavi dell’evento fra Comune, società Palatipico e altri soggetti pubblici o privati?

6) Quali flussi turistici sono previsti? Quali provenienze? Quali tipologie di visitatori? La progettazione di interventi, eventi, attività su quali studi e ricerche si basa? Quali target ha individuato? Quali obiettivi si pone?

7) Non ritiene il Sindaco Muzzarelli che gli interventi migliorativi messi in essere in occasione dell’evento debbano preludere a una organica opera di manutenzione della cittàa partire dai punti di accesso? Quali scelte saranno effettuate in sede di predisposizione del bilancio 2015?

8) Al fine della realizzazione dell’EXPO, diversi soggetti ed enti si coordinarenno e svilupperanno significative relazioni comuni. Non ritiene il Sindaco Muzzarelli che il Comune debba agevolare la continuità di queste collaborazioni? Se sì, quali strumenti saranno messi in campo dall’Amministrazione?

9) La petizione on-line ”Salviamo la palazzina dei giardini” ha superato quota 2.300 firme documentate. Non crede il Sindaco Muzzarelli, coerentemente con quella che spesso egli stesso ha definito la sua “politica dell’ascolto” che sia indispensabile accogliere questa indicazione e riorientare la scelta di collocazione del Villaggio del gusto verso spazi e soluzioni diverse, alcune delle quali già suggerite ma, a quanto è dato sapere, nemmeno esaminate?

10) Il tema di EXPO 2015 sarà “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita” inteso come occasione confrontasi sulle contraddizioni del nostro mondo nel quale c’è chi soffre la fame e chi muore per troppo cibo di scadente qualità. Il Sindaco Muzzarelli ritiene che le iniziative messe in campo da Modena siano coerenti con questo tema vitale per il pianeta? Se sì, ritiene che potranno stimolare, anche a Esposizione Universale conclusa, scelte politiche consapevoli, stili di vita sostenibili, utilizzo di tecnologie all’avanguardia a tutto vantaggio del nostro territorio?

Share Button