Il referendum per l’ospedale è dei mirandolesi

12 Dicembre 2015 by

Il referendum per l’ospedale è dei mirandolesi

Risposta di Rifondazione Comunista all’invito all’astensione del Pd di Mirandola al referendum di domenica 13 dicembre 2015
RIFONDAZIONE COMUNISTA: IL REFERENDUM PER L’OSPEDALE É DEI MIRANDOLESI E NON PUÓ ESSERE “SEQUESTRATO” DAL PD

Il referendum per l’ospedale di Mirandola non è del M5S e non é di Rifondazione Comunista, e non può nemmeno essere sequestrato dal Partito democratico. ll referendum per l’ospedale di Mirandola è dei mirandolesi che hanno firmato per ottenerlo e dei mirandolesi che domenica 13 dicembre si recheranno alle urne.

L’invito all’astensione da parte del Pd è irricevibile, perché nasconde l’obiettivo di una bassa affluenza per avere le mani libere in materia di sanità ed evitare di prendere impegni vincolanti nei confronti degli elettori.

Noi invece crediamo che attraverso il referendum i mirandolesi abbiano la possibilità di ribadire alla politica locale e regionale che vogliono una sanità di qualità per tutti i cittadini della bassa modenese.

Cos’è che spaventa il Pd in questo messaggio? Un buon esito del referendum non è forse uno strumento in più nelle mani del sindaco per far “pesare” le ragioni dei mirandolesi?

Per questo Rifondazione Comunista invita i cittadini, domenica 13 dicembre, a recarsi alle urne e a votare sì al referendum per l’ospedale di Mirandola.

Stefano Lugli – Segretario PRC Emilia Romagna
Judith Pinnock – Segretaria PRC Federazione di Modena
Scarica il volantino

Volantino Referendum PRC

 

Share Button