Laila El Harim 41 anni morta di lavoro

3 Agosto 2021 by

Laila El Harim 41 anni morta di lavoro

Laila El Harim aveva 41 anni e lavorava in un’azienda di Camposanto nella nostra florida provincia. Alle 8.30 di oggi è rimasta incastrata in un macchinario ed è uscita dall’azienda dilaniata, senza vita. Sono decine, centinaia le storie di donne e uomini straziati da incidenti sul lavoro nel nostro paese. Le chiamano “morti bianche” alludendo all’assenza di una mano formalmente responsabile dell’accaduto, ma le responsabilità ci sono e vanno nominate.

Per Rifondazione comunista è evidente che questa strage fatta di tragedie quotidiane, è il drammatico e intollerabile risultato della mancanza di un piano nazionale per la sicurezza sul lavoro, dei limiti inqualificabili e dei ritardi insopportabili dovuti a gravi inadempienze legislative, dell’aumento della precarietà, della paura di perdere il posto di lavoro, dei ritmi sempre più veloci e della flessibilità che consegnano le lavoratrici e I lavoratori allo sfruttamento e al ricatto.

Questo dramma che ci indigna e annichilisce è un’emergenza nazionale. È ora di dire definitivamente basta!

Share Button