Lettera aperta alla vicepresidente della regione Emilia-Romagna Elly Schlein...

28 Febbraio 2020 di
in
Comunicati

Egregia Vicepresidente Elly Schlein, in vista dell’insediamento della nuova giunta regionale dell’Emilia Romagna ed in virtù dell’importante incarico a lei conferito, siamo ad inviarle alcune domande su importanti temi di attualità su cui siamo particolarmente sensibili e interessati alla sua opinione. Autonomia differenziata La Regione Emilia-Romagna è una delle tre Regioni che l’ha richiesta, a nostro avviso improvvidamente come in solitudine abbiamo sostenuto in campagna elettorale, ponendosi in scia alle egoistiche richieste delle Regioni leghiste di Lombardia e Veneto. Bonaccini non appena eletto ha riaffermato, lanciando quasi un diktat al governo, la volontà di proseguire sulla strada tracciata della richiesta di Autonomia differenziata, confermandosi ancora una volta come il miglior alleato dei Presidenti Fontana e Zaia. Oggi il bubbone causato dall’emergenza coronavirus ha posto in evidenza la gravità della situazione in campo sanitario, messa...

read more

Elezioni Provinciali: la sinistra modenese partecipa al voto per restituire democrazia alle province...

12 Ottobre 2018 di
in
Comunicati, Elezioni e Referendum, Provinciali 2018

Assieme ad altri consiglieri comunali della sinistra politica e civica modenese abbiamo presentato una lista per le elezioni provinciali. Trovo scandaloso che i cittadini siano esclusi dal voto per un ente che conserva ancora funzioni molto importanti e in assenza di una riforma complessiva degli enti locali occorre far tornare i cittadini al voto e restituirli la parola e il controllo sull’operato di chi li rappresenta. Stefano Lugli Comunicato stampa Elezioni Provinciali: la sinistra modenese partecipa al voto per restituire democrazia alle province “Progressisti e civici per Modena” è la lista di sinistra che partecipa alle elezioni provinciali Le elezioni per il rinnovo del Presidente e del Consiglio provinciale avvengono in un contesto di grave privazione del diritto dei cittadini ad esprimere i propri rappresentanti e ad esercitare il controllo democratico sulle decisioni che...

read more

No a un centro per il rimpatrio a Modena. Muzzarelli non subisca l’imposizione del Governo...

10 Maggio 2017 di
in
Comunicati, Diritti, Migrazioni

Rifondazione Comunista si oppone alla riapertura del CIE e chiede al Sindaco Muzzarelli di non subire l’imposizione del Governo e anzi ricorrere contro la Legge che prevede la limitazione dei diritti dei richiedenti asilo Il decreto Minniti-Orlando sull’immigrazione prevede che ciascuna Regione dovrà dotarsi di un Centro di Permanenza per il Rimpatrio (CPR), e in Emilia Romagna la scelta è caduta su Modena, che già ha ospitato un CIE chiuso nel 2014. Si tratta dell’ennesima reincarnazione dei furono Centri di Permanenza Temporanea (CPT), divenuti poi di Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE). Il CIE è stata una delle pagine più vergognose della città di Modena, e non vogliamo riaprire una ferita che pensavamo chiusa per sempre. Rifondazione Comunista si oppone nella maniera più ferma alle carceri per migranti voluti da Minniti. “I carceri speciali...

read more

Elettrondata: non si licenziano i delegati sindacali...

11 Febbraio 2016 di
in
Comunicati, Lavoro

Comunicato stampa sul licenziamento di un delegato sindacale Fiom Cgil alla Elettrodata di Solignano di Castelvetro PRC, NON SI LICENZIANO I DELEGATI SINDACALI: SOLIDARIETÁ AI LAVORATORI DELLA ELETTRONDATA Nella mattinata di oggi 200 delegate e delegati della FIOM Cgil di Modena si sono riuniti davanti ai cancelli della Elettrondata di Solignano di Castelvetro per una riunione straordinaria del direttivo provinciale Fiom che aveva al centro l’ennesimo licenziamento di un delegato sindacale. All’Elettrodata hanno infatti pensato di affrontare la crisi aziendale non con il confronto, ma con la normativa sui licenziamenti economici previsti dalla Legge Fornero e con il licenziamento del delegato Fiom Leonardo Fennino alla chiusura della trattativa sindacale. E questo nonostante fosse possibile utilizzare forme di ammortizzatori sociali in alternativa ai licenziamenti. Ai dipendenti della Elettrondata e al delegato sindacale licenziato va tutta...

read more

Referendum ospedale Mirandola: vittoria ai punti

17 Dicembre 2015 di
in
Sanità e Salute

Comunicato stampa a commento del voto sul referemdum per l’ospedale di Mirandola di domenica 13 dicembre 2015. REFERENDUM MIRANDOLA: QUORUM NON RAGGIUNTO, MA AI REFERENDARI VA LA “VITTORIA AI PUNTI”  Non è stato raggiunto il quorum, ma un’affluenza del 44,06% al referendum per l’ospedale di Mirandola è un risultato straordinario. Se poi consideriamo l’ostilità dell’Amministrazione, l’invito al non voto del Pd e il disimpegno di Forza Italia e Lega Nord si può dire che ai referendari va la “vittoria ai punti” di questa pagina di democrazia dal basso. Chi ha lavorato per l’astensione si trova con quasi metà Mirandola alle urne e una vittoria schiacciante dei sì. Chi voleva una scarsa affluenza per avere le mani libere in materia di sanità si trova una Mirandola molto attenta al futuro dell’ospedale e una bassa modenese...

read more

Il referendum per l’ospedale è dei mirandolesi...

12 Dicembre 2015 di
in
Sanità e Salute

Risposta di Rifondazione Comunista all’invito all’astensione del Pd di Mirandola al referendum di domenica 13 dicembre 2015 RIFONDAZIONE COMUNISTA: IL REFERENDUM PER L’OSPEDALE É DEI MIRANDOLESI E NON PUÓ ESSERE “SEQUESTRATO” DAL PD Il referendum per l’ospedale di Mirandola non è del M5S e non é di Rifondazione Comunista, e non può nemmeno essere sequestrato dal Partito democratico. ll referendum per l’ospedale di Mirandola è dei mirandolesi che hanno firmato per ottenerlo e dei mirandolesi che domenica 13 dicembre si recheranno alle urne. L’invito all’astensione da parte del Pd è irricevibile, perché nasconde l’obiettivo di una bassa affluenza per avere le mani libere in materia di sanità ed evitare di prendere impegni vincolanti nei confronti degli elettori. Noi invece crediamo che attraverso il referendum i mirandolesi abbiano la possibilità di ribadire alla politica locale...

read more

PRC vota sì al referendum ospedale di Mirandola

30 Novembre 2015 di
in
Sanità e Salute

Comunicato stampa sul referendum consultivo sull’ospedale di Mirandola del 13 dicembre 2015 REFERENDUM PER L’OSPEDALE DI MIRANDOLA: RIFONDAZIONE COMUNISTA INVITA ALLA PARTECIPAZIONE E A VOTARE SÍ  Il 13 dicembre gli elettori di Mirandola hanno l’opportunità di dimostrare alla politica modenese e regionale che tengono al loro ospedale, che sono stanchi del progressivo impoverimento dei servizi sanitari e che vogliono una sanità di qualità per tutti i cittadini della bassa modenese. È questo il messaggio politico che il comitato promotore del referendum vuole lanciare, ed è per questo che Rifondazione Comunista invita i cittadini a recarsi alle urne e a votare sì. Dopo anni di promesse non mantenute e di impoverimento della sanità ora i cittadini hanno l’opportunità di riprendersi la parola. Per questo invitiamo tutti i residenti nella bassa modenese a firmare la petizione...

read more

Sull’operazione Untouchables a Sassuolo

8 Ottobre 2015 di
in
Comunicati

Comunicato stampa in merito all’operazione “Untouchables” che a Sassuolo ha portato allo scoperto l’organizzazione di una banda dedita all’usura e alle esteorsione e che ha coinvolto anche il capogruppo del Pd, indagato per corruzione elettorale SASSUOLO, OPERAZIONE “UNTOUCHABLES”: SORPRESE O CONFERME? Dopo l’inchiesta “Aemilia” sulla ‘ndrangheta nel nord e l’operazione “Sistema” sulla corruzione nei grandi appalti di nuovo l'”inaspettata” scoperta, nel territorio modenese, della criminalità organizzata. Questa volta l’operazione “Untouchables” ci parla di usura ed estorsioni operate ai danni di commercianti e imprenditori di Sassuolo, e di nuovo l’inchiesta coinvolge direttamente il mondo della politica e la modalità con cui si costruisce il consenso elettorale. Il capogruppo del Pd a Sassuolo, Megale, si è dimesso dopo essere finito sotto indagine per il reato di corruzione elettorale, connesso alle risultanze delle indagini dell’operazione “Untouchables”. Un...

read more

Si cancella il secondo lotto della Ti.Bre per allungare la Cispadana...

30 Settembre 2015 di
in
Ambiente e Beni Comuni, Autostrada Cispadana, Comunicati

Comunicato stampa in merito alla decisione della Regione Emilia Romagna di stralciare il secondo lotto della Ti.Bre dal piano delle infrastrutture strategiche da presentare al Governo PRC E-R, TIBRE: SI STRALCIA IL SECONDO LOTTO PER ALLUNGARE LA CISPADANA. IL TIBRE SIA CANCELLATO INTERAMENTE Quando si spostano risorse dalla strada al ferro noi siamo contenti, ma non crediamo alla improvvisa conversione della giunta Bonaccini, perché se si rinuncia al secondo lotto della TiBre è solo per allungare la Cispadana. Non c’è altra spiegazione alla decisione della Regione Emilia-Romagna di stralciare dal piano delle infrastrutture strategiche da presentare al Governo solo il secondo lotto della TiBre e non l’intera tratta autostradale. Se il secondo lotto della TiBre è funzionale a connettere il Parmense alla A22, a Nogarole Rocca, collegandosi anche alla Cremona-Mantova e attraversando Lombardia e Veneto,...

read more

Cispadana, Bretella e l’Autobrennero pubblica...

18 Settembre 2015 di
in
Ambiente e Beni Comuni, Autostrada Cispadana, Bretella Campogalliano - Sassuolo, Comunicati

Comunicato stampa in merito all’accordo Stato-Enti locali per la ripubblicizzazione di Autobrennero PRC EMILIA ROMAGNA: PUR DI FARE BRETELLA E CISPADANA ORA LE ISTITUZIONI SI RICOMPRANO L’AUTOBRENNERO. E IL COSTO PER REALIZZARE LE NUOVE AUTOSTRADE CRESCE ANCORA L’approvazione da parte del consiglio provinciale di Modena dell’accordo di programma tra Stato e Enti locali per arrivare ad una gestione interamente pubblica dell’Autobrennero è una decisione folle che i cittadini modenesi e reggiani pagheranno carissimo. Siamo di fronte all’ennesimo trucco per evitare la gara europea per il rinnovo della concessione di gestione di Autobrennero e assicurarle così il business della realizzazione dell’autostrada Cispadana e della bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo. Quello che viene negato per un servizio pubblico come l’acqua, nonostante il referendum, viene incredibilmente ammesso per Autobrennero pur di impedire che il mercato favorisca una gestione più...

read more