Lunedì 11 dicembre 2017 incontro pubblico sulla Bretella Campogalliano-Sassuolo...

9 dicembre 2017 di
in
Bretella Campogalliano - Sassuolo, Comunicati, Senza categoria

Le forze politiche della sinistra modenese promuovono un incontro-dibattito pubblico sulla Bretella Autostradale Campogalliano-Sassuolo per lunedì 11 dicembre alle ore 20.45 alla sala villaggio Giardino in via Marie Curie a Modena.   Conduce l’incontro Mario Ori, Partito Comunista, e introduce Eriuccio Nora, Campo Progressista Sono previste relazioni di Giovanni Paglia, Parlamentare Sinistra Italiana – Silvia Prodi, Consigliere regionale Articolo Uno MDP – Davide Ferraresi, Modena Possibile – Alessandra Filippi, Comitato No Bretella e Legambiente Modena Interverranno anche Judith Pinnock, Rifondazione Comunista – Gianni Ballista, Articolo 1 – MDP L’iniziativa è organizzata da: Altra Emilia-Romagna, Articolo 1 – MDP, Campo Progressista, PCI, Possibile, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, in collaborazione con il gruppo consiliare “Articolo 1 – MDP – Per Me Modena”. Scarica il volantino dell’incontro pubblico LA POSIZIONE DI RIFONDAZIONE COMUNISTA SULLA BRETELLA CAMPOGALLIANO-SASSUOLO Rifondazione Comunista è da sempre contraria a questa grande opera. La nostra posizione è...

read more

Sgombero Ex Cinema Olympia: la risposta delle istituzioni è sempre e solo repressiva...

30 novembre 2017 di
in
Comunicati

Rifondazione Comunista esprime solidarietà agli occupanti dell’ex cinema Olympia sgomberati questa mattina. Il collettivo Guernica aveva restituito alla città un luogo che le istituzioni e la burocrazia non erano stati capaci di valorizzare, salvandolo dal degrado, ripulendo gli spazi e accogliendo i tanti che in queste settimane sono rientrati nel cinema, restituendo vita a uno spazio abbandonato da anni. E lo hanno fatto gratuitamente e senza nessun interesse che non fosse quello di proteggere un patrimonio collettivo per destinarlo ad un uso sociale. (Secondo noi l’occupazione del cinema Olympia era un’importante occasione di discussione sugli spazi pubblici della città, leggi il nostro comunicato del 8/11/2017) Quanto costa alla comunità contrastare con lo sgombero questo progetto? Qual è il senso del blocco delle strade e del traffico per tornare a murare il locale e perseguire...

read more

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. 25 novembre 2017...

25 novembre 2017 di
in
Diritti

25 novembre. È arrivato il momento di andare oltre le commemorazioni e i buoni propositi. È arrivato il momento di mettere fine ad un genocidio che attraversa tutte le epoche, è arrivato il momento di dire basta agli squilibri di potere, è arrivato il momento di rompere, di ribellarsi, di infrangere muri. Il 25 novembre non deve più essere la giornata in cui ci si accorge della disparità di genere, ma la data nella quale le donne hanno gridato insieme “abbiamo un piano”, un piano femminista contro la violenza maschile sulle donne. È un piano che serve a fare una politica inclusiva, intersezionale, al quale, come Rifondazione comunista, aderiamo con convinzione perché tutto ciò che può sconfiggere il patriarcato sconfigge anche il capitalismo. Ci riusciremo, tutte insieme, non una di meno. Judith Pinnock segretaria della...

read more

Anche a Modena l’alternativa al Pd può essere solo antiliberista...

24 novembre 2017 di
in
Comunicati, Partito

Dal giugno scorso si stava lavorando ad una lista unitaria della sinistra che avesse l’ambizione di diventare un quarto polo alternativo alle destre, al M5S e al Pd. Si è partiti dal cosiddetto “manifesto del Brancaccio”, presentato da Anna Falcone e Tomaso Montanari, due tra i più autorevoli promotori dei comitati referendari per il no al referendum costituzionale del 2016. Sapevamo che il cammino sarebbe stato irto di difficoltà, ma non avremmo mai immaginato che ad interrompere questo processo fosse la scelta di tre partiti – MDP, Sinistra Italiana e Possibile – di avviare parallelamente un percorso autonomo che ha già un nome e un simbolo e che il 3 dicembre si appresta ad incoronare un proprio candidato presidente del consiglio. Una scelta che esclude, di fatto, Rifondazione Comunista e tutte e tutti coloro...

read more

Camminare domandando

20 novembre 2017 di
in
Comunicati, Mondo

La nostra compagna Angela Bellei si trova in Chiapas, e ci invia questo diario di viaggio in cui ci racconta il contesto sociale che vive oggi il Chiapas e la campagna elettorale di Marichuy, portavoce del Congresso Nazionale Indigeno e del Consiglio Indigeno di Governola, candidata alla presidenza della Repubblica nel 2018. Angela Bellei è una storica dirigente di Rifondazione Comunista, è miltante della causa zapatista e componente del Comitato Politico Federale di Modena. Vi invitiamo a leggere i precedenti racconti di Angela dal Chiapas Dal Chiapas con paura e fiducia – 11 settembre 2017 Marichuy: dobbiamo organizzare il dolore e la rabbia – 18 ottobre 2017 Compagne e compagni: ya basta! – 25 ottobre 2017 CAMMINARE DOMANDANDO Sono agli sgoccioli di un viaggio che non può essere considerato una vacanza. Tre mesi di riscoperta di luoghi già...

read more

Acerbo (Prc): «Tante assemblee per consegnarsi a D’Alema e Bersani? Noi no»...

10 novembre 2017 di
in
Comunicati, Partito

Intervista a Maurizio Acerbo tratta da Il Manifesto del 10 novembre 2017. di Daniela Preziosi Sinistre/Intervista. Il segretario comunista: abbiamo aderito al percorso del Brancaccio perché in assemblea si dava regole e contenuti. Non si doveva discutere il documento della lista unitaria prima con gli altri che con chi aderisce. Gli ex Pd ci trattano come l’intendenza. Così si allontana anche chi è stato all’opposizione quando loro sostenevano Monti. «Non c’era bisogno di chiamare migliaia di persone in centinaia di assemblee per fare la lista di Bersani e D’Alema». Maurizio Acerbo, segretario Prc, è al forum di Marsiglia promosso dalla Sinistra europea con le sinistre latinoamericane. Da lì boccia il documento-base concordato Fra Mdp, Sinistra italiana, Possibile e civici del Brancaccio. Il guaio è che Rifondazione è una componente delle assemblee del Brancaccio. Non va bene il metodo, spiega: «Le...

read more

Occupazione cinema Olympia: importante occasione di discussione sugli spazi pubblici della città...

8 novembre 2017 di
in
Comunicati

Il circolo cittadino di Rifondazione Comunista guarda con favore all’apertura avvenuta in questi giorni di una discussione pubblica sulle sorti del Cinema Olympia grazie all’occupazione dello stesso da parte dei ragazzi del Collettivo Guernica. Riteniamo infatti importante che simili luoghi della cultura e della memoria, che sono veramente parte di un ‘patrimonio pubblico’ nella percezione comune dei tanti cittadini che in questi giorni si sono recati a visitare con emozione la sala di via Malmusi, ricevano la giusta attenzione ritrovando al contempo anche la loro funzione di luoghi di aggregazione sociale. Vediamo in questa occasione emergere con forza una richiesta di riappropriazione degli spazi della città da parte dei cittadini, di un ritorno a una dimensione pubblica che negli ultimi decenni troppo spesso si è vista svilita da una estrema forma speculativa dell’esercizio del...

read more

100 anni dopo c’è ancora bisogno di rivoluzione...

6 novembre 2017 di
in
Comunicati, Partito

100 anni dopo la rivoluzione russa c’è ancora bisogno dirivoluzione Martedì 7 ottobre – ore 18.30 – Sede PRC Federazione di Modena Conversazione e Brindisi ai valori del Comunismo Ne parliamo con: > Judith Pinnock segretaria provinciale del Partito della Rifondazione Comunista > Selene Prodi segretaria regionale del Partito Comunista Italiano > Stefano Lugli segretario regionale Emilia Romagna del Partito della Rifondazione Comunista > Mario Ori segretario provinciale Partito Comunista...

read more

Punti nascita, Governo e Regione sono sicuri che la chiusura sia la strada giusta?...

30 ottobre 2017 di
in
Comunicati, Sanità e Salute

Registriamo con tristezza e preoccupazione il primo caso di complicanze gestazionali che avviene dopo la chiusura del punto nascita di Pavullo. Una giovane madre di Pavullo è stata ricoverata d’urgenza a Sassuolo a causa del distacco della placenta. Nonostante il cesareo eseguito il neonato è morto, e a lei e alla sua famiglia vanno le nostre condoglianze e il nostro abbraccio in questo momento di dolore. Leggiamo, nel comunicato dell’Ospedale di Sassuolo che “la tempestività dell’intervento del 118 e la presenza dell’équipe specialistica dell’Ospedale di Sassuolo hanno consentito di poter mettere in atto tutte le più idonee procedure per salvaguardare le condizioni cliniche della mamma, da cui dipendono quelle fetali, nei tempi e nel luogo più idoneo per l’assistenza di entrambi.” L’Ospedale aggiunge che l’accaduto “conferma quanto, nonostante le tante semplificazioni o peggio strumentalizzazioni...

read more